The World Sleep Day: oggi nessuna responsabilità, soltanto bei sogni?

di Silvia Lecceti
16/03/2018
Oggi è la Giornata mondiale del sonno. Uno potrebbe pensare che questa giornata sia dedicata a tutti coloro che voglio prendersi un giorno di riposo, nel vero senso della parola, per poter dormire tutto il giorno, quando e dove vuoi, senza bisogno di giustificare la propria assenza a lavoro e a scuola. Oggi nessuna responsabilità, soltanto bei sogni. 
E invece no, non è questo lo scopo della giornata: giunto ormai alla sua undicesima edizione, il World Sleep Day, è l’evento mondiale dedicato alla salute del sonno e che mira a ridurre il peso dei problemi che vi derivano. Infatti, sebbene le malattie del sonno colpiscono il 45% della popolazione mondiale, la maggior parte delle persone non sanno come migliorare e prendersi cura del proprio riposo. Per questo specialisti e volontari offrono consulenze gratuite per l’intera giornata a tutti gli interessati. 
Ogni anno la data cambia perché cade il venerdì prima dell’equinozio di primavera e a ridosso del cambio dall’ora solare all’ora legale, con la relativa perdita di un’ora di riposo. Il tema di quest’anno è “Join the Sleep World, Preserve the Rhythms to enjoy life”, un invito a rispettare i cosiddetti ritmi biologici degli essere viventi. 
Quindi, è vero che non ci regalano una giornata di riposini, in cui possiamo girare tutto il giorno in pigiama, ma è una giornata dedicata alla sensibilizzazione e grazie alla quale ci aiutano a trovare il modo migliore per sfruttare le nostre ore di sonno. Direi che possiamo accontentarci lo stesso.