Benessere

Benessere Psicocorporeo: rilassamento circondati da piantagioni di bambù

naturalmente
avatar

BENESSERE PSICOCORPOREO: NATURAL-MENTE

Incontri di rilassamento a contatto con la natura circondati da piantagioni di bambù… per una serie di incontri di benessere psicocorporeo! Naturalmente!

VIDEO DI FILIPPO BASETTI

Questo progetto nasce grazie alla collaborazione con Uau Magazine, alla Dott.ssa Anastasia Pelliccia Psicologa e Psicoterapeuta e alla favolosa azienda agricola “La casa del nonno” di Martina Lettieri e Arianna Buldo che ci offriranno la location immersa nella natura.

Gli incontri di rilassamento verranno svolti completamente a contatto con la natura, circondati da piantagioni di bambù. Secondo gli antichi cinesi le canne di bambù avevano la funzione di ristabilire l’energia in eccesso e ripristinare l’equilibrio energetico dell’individuo.

Una piantagione che, come Martina racconta, le è stata tramandata dal nonno e che lei porta avanti con passione ed amore con l’obiettivo di darle nuova linfa e benessere a chi la vive.

Il benessere è un concetto complesso che include diverse sfaccettature e dimensioni che possono essere soggettive, sociali e psicologiche, tutte strettamente collegate allo stato di salute.

Il benessere è lo stato di equilibrio in cui si trova l’individuo che, serenamente in funzione della sua personalità, vive e si adatta al proprio ambiente, si relaziona con soddisfazione agli altri e si pone con flessibilità davanti ai cambiamenti che la vita pone.

Quindi se immerso in un benessere emotivo, psicologico e fisico l’individuo è in grado di sfruttare le sue capacità cognitive ed emozionali, esercitare la propria funzione all’interno della società, rispondere alle esigenze quotidiane della vita di ogni giorno, stabilire relazioni soddisfacenti e mature con gli altri, partecipare costruttivamente ai mutamenti dell’ambiente, adattarsi alle condizioni esterne e ai conflitti interni ma soprattutto all’ascolto e alla consapevolezza del proprio corpo e delle proprie emozioni, a riconoscere i bisogni e i desideri.

Il nostro corpo vive, respira, percepisce il mondo ma in alcuni casi è necessario scollegarlo dalle preoccupazioni. Dopo un lungo periodo di isolamento periodo in cui i nostri corpi sono intorpiditi dalla vita sedentaria, i cervelli offuscati dai monitor, dall’indigestione digitale, è forte in adulti e bambini l’esigenza del ritorno nella natura.

L’uomo è considerato un animale e come tale ha bisogno di stare il più possibile a contatto con la natura, oggi più che mai purtroppo, ci siamo allontanati da questa condizione.

Il valore terapeutico di queste esperienze non deve essere sottovalutato: quando siamo a contatto con la natura ci permettiamo di toccare autenticamente noi stessi, espandendo la nostra possibilità di connetterci con gli altri attraverso una consapevolezza piena, che servirà silenziosamente come maturazione psicologica ed emotiva. Avviene uno spostamento dal sistema simpatico a quello parasimpatico del nostro cervello ristabilendo un equilibrio essenziale.

In questo percorso di Benessere Psicocorporeo che tecnica verrà utilizzata?

Viste le numerose evidenze scientifiche nel percorso verrà utilizzata la tecnica delle visualizzazioni guidate: uno strumento efficace per smuovere ed attivare le risorse interne delle persone. In effetti studi recenti suggeriscono l’importanza delle visualizzazioni nel favorire il rilassamento, alleviare lo stress e perché no anche fantasticare. Tramite le fantasie guidate, nel mondo dell’immaginare, possiamo entrare in contatto con noi stessi.

Nell’esperienza immaginata possono emergere aspetti profondi di sé- le emozioni- così come la consapevolezza delle proprie risorse su cui si fonda la capacità di reagire alle difficoltà che si incontrano nella vita.

La fantasia contribuisce a costruire un luogo e un tempo, in cui dare spazio ai sentimenti e ai bisogni non accettati ed allontanati dalla consapevolezza. Sperimentando nuovi ruoli e parti di sé, attivare la propria creatività per immaginare nuove possibilità e soluzioni ai problemi e alle difficoltà che ci troviamo ad affrontare nella nostra vita.

Tutto ciò non rimane rilegato al mondo della fantasia e dell’immaginazione.  I cambiamenti e le soluzioni sperimentati durante la visualizzazione possono essere trasferiti allo stato di veglia, ciò è possibile in quanto immaginare porta ad un’attivazione a livello cerebrale che è identico a quella presente nell’azione. Questo significa che l’attività del cervello nel momento in cui immaginiamo una rosa è del tutto simile a quella di quando la rosa la percepisco realmente davanti ai miei occhi.

Benessere psico-corporeo

A che cosa serve?

Lo stato di rilassamento raggiunto attraverso la tecnica è a livello di onde cerebrali assimilabile a quello della fase che precede il sonno, momento in cui l’individuo si trova ad essere ad un livello di coscienza ottimale per quanto riguarda la possibilità di avere intuizioni, raggiungere una maggiore lucidità, apprendere con facilità, ascoltare le proprie sensazioni fisiche, imparando a riconoscerle e a poterle modificare.  Infatti molti artisti e scienziati, riportando di aver avuto ‘lampi di genio’ proprio poco prima di addormentarsi o poco prima del risveglio, in uno stato di benessere psicocorporeo ottimale. Questo avviene perché il restringimento della coscienza che si ha in questa fase, consente di isolare la mente da fattori di disturbo esterni come idee, pensieri esterni o preoccupazioni, che non ci permettono normalmente di sfruttare al meglio le nostre risorse interne.

Quali sono gli obiettivi che si possono raggiungere?

Le visualizzazioni guidate hanno diversi benefici come potenziare la capacità di concentrazione e a vivere nel presente, poter affrontare gli attacchi di panico e ridurre i livelli di ansia, stress e tensione. Fortificare l’autostima, poter attenuare l’aggressività, incrementare la fiducia verso di sé e verso gli altri, favorire una conoscenza più profonda di se stessi ed infine migliorare le prestazioni nello sport, nel lavoro e nello studio.

Inoltre le fantasie guidate permettono un evidente recupero di energie, nel caso di affaticamento fisico, mentale o di deprivazione del sonno. Conducono ad una consapevolezza psicocorporea: la possibilità di ritagliarsi uno spazio ed un tempo da dedicare a se stessi e all’ascolto del proprio corpo e della propria interiorità in termini di sensazioni, emozioni, movimenti interni, permette alla persona di imparare a conoscersi più a fondo e a non spaventarsi più davanti alle proprie manifestazioni somatiche, gettando così le basi per quella che viene definita ‘alfabetizzazione emozionale’ ovvero la capacità di riconoscere, diversificare e dare un nome alle diverse emozioni provate. Favoriscono la realizzazione di sé: cercando di riuscire a conoscere i propri obiettivi e desideri a fine di raggiungerli. Promuovono l’autoinduzione alla calma: rilassando il proprio corpo si ottiene un effetto calmante anche sulla componente emotiva.

A chi è rivolto?

A tutta la popolazione, uomini e donne maggiori di 18 anni. Il corso avrà posti limitati.

Dove verrà svolto questo percorso?

Nell’azienda agricola “La casa del nonno” di Martina Lettieri e Arianna Buldo.

Info Anastasia Pelliccia

 

Sending
User Review
0 (0 votes)

Scrivi un commento